1 MILIONE DI AUSTRALIANI HA GENITORI ITALIANI

Sono stati ufficializzati i risultati dell’ultimo censimento tenutosi in Australia l’anno scorso e dal quale emerge che 352.711 persone hanno indicato di avere almeno un genitore italiano e risiedono nel Victoria. Nel 2011 erano 327.954 e nel 2006 erano 308.604. A riportare i dati diffusi nei giorni scorsi dall’Australian Bureau of Statistics è il Consolato generale d’Italia a Melbourne.

Sempre secondo la ricerca, in totale, le persone con almeno un genitore italiano in Australia sono 1.000.006, in crescita rispetto agli 852.421 del 2006 e ai 916.121 del 2011.
Quella italiana è solo una delle oltre 300 “discendenze”, intese come appartenenza culturale ed etnica, registrate dal censimento. Secondo i dati dell’Australian Bureau of Statistics, quella italiana si pone al sesto posto con il 4,6%. Prima di noi solo cinesi, scozzesi, irlandesi, australiani e, a dominare la classifica gli inglesi.
Come riflesso di ciò l’italiano di afferma anche tra le prime lingue parlate in Australia, inglese escluso. Il censimento dimostra infatti che un quinto degli australiani di discendenza straniera parlano un’altra lingua, la lingua dei propri padri, a casa. La lingua italiana si attesta al quinto posto dopo mandarino, arabo, cantonese e vietnamita, ma registra rispetto a cinque anni fa una leggera flessione: da 299.833 persone che dichiaravano di parlare in casa l’italiano nel 2011, nel 2016 si è passati a 271.597.
Per avere tutti i dati, è possibile utilizzare il motore di ricerca dell’Australian Bureau of Statistics(aise) 

vedi anche: CULTURAL DIVERSITY IN AUSTRALIA, 2016